La Specola si apre alle nuove tecnologie

0
392

Le nuove tecnologie trovano spazio nel più antico museo scientifico aperto al pubblico d’Europa. La Specola ospiterà infatti “Il laboratorio”, spazio creato appositamente per fare esperienza delle nuove tecnologie rivolto a studenti, giovani, lavoratori, famiglie e imprese; uno spazio per scoprire, imparare e lavorare, aperto a tutte le fasce di età realizzato dal Museo di Storia Naturale, dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e dalla start up Terza Cultura, spin off dell’Ateneo fiorentino nato proprio con la missione della diffusione della cultura scientifica. Il laboratorio permetterà così di confrontarsi con robotica, 3D modeling e printing, mondo del Web e Social Media, nuove tecnologie applicate alle energie alternative, al turismo sostenibile, all’ambiente e alla scoperta del mondo naturale. Complessivamente le proposte offerte al pubblico sono 34. Il calendario delle attività sarà disponibile da novembre sul sito www.terzacultura.it. La partecipazione ad attività e lezioni – il cui costo varia dai 5 ai 100 euro in base alla tipologia e alla durata – sarà possibile su prenotazione scrivendo, anche per informazioni, a info@terzacultura.it. Nel laboratorio ci sono 10 postazioni di lavoro, dotate di pc, che possono essere utilizzate da circa 20/30 persone contemporaneamente. Al centro sono collocati un banco di prova dei progetti elaborati nelle esperienze formative e una lavagna interattiva multimediale.