Bagno a Ripoli, legno e fotovoltaico per la nuova scuola

0
51

Tutta in legno,autosufficiente sotto il profilo elettrico grazie ai pannelli fotovoltaici sul tetto. Oltre5mila metri quadrati di giardino(dotato di cisterna per recuperare le acque piovane) per laboratori all’aperto e le lezioni all’aperto. Otto nuove classi (munite di arredi all’avanguardia e sistemi per il controllo del bioclima), laboratori e una grande agorà centrale per una didattica sempre più inclusiva. Prima campanella assoluta, in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico, per la scuola “Anna Maria Enriques Agnoletti” di via don Perosi a Bagno a Ripoli. Il nuovo edificio, realizzato secondo icriteri della bioedilizia più all’avanguardia, è stato inaugurato alla presenza del sindaco Francesco Casini, del presidente della Regione Eugenio Giani, dell’assessore alla scuola Francesco Pignotti, della dirigente dell’Istituto comprensivo “Teresa Mattei” Amalia Bergamasco, della dirigente dell’Ufficio scolastico regionale per la ToscanaSusanna Pizzuti.

La scuola, realizzata confinanziamento del Comune di oltre 3,6 milioni di euro, rappresenta ad oggi il maggiore investimento in edilizia scolastica sul territorio degli ultimi 20 anni. Prima scuola ripolese con struttura interamente in legno, oltre ad essere presidio di sostenibilità, con la grande aula polivalente collocata centralmente si apre ad innovative occasioni didattiche, basate sulla condivisione di esperienze e l’interscambio tra sezioni.

“La nuova scuola primaria del Padule – dichiara la dirigente Bergamasco – rappresenta la realizzazione di un cambiamento culturale che poggia su una visione diversa dell’apprendimento scolastico, la visione di una scuola che riflette il cambiamento dei paradigmi pedagogici, delle metodologie didattiche, degli strumenti per insegnare e apprendere. La collaborazione attiva della comunità scolastica durante le varie fasi della progettazione e realizzazione dell’edificio ha generato un ambiente scolastico che favorisce il benessere del personale e degli alunni e alunne, un luogo per l’interazione sociale, multifunzionale e in grado di offrire soluzioni flessibili per il lavoro individuale e di gruppo”.