Tutti insieme a Greve per riaprire il bar

0
8

Come può definirsi “sociale” un caffè? Un attributo che merita quando la sua apertura è resa possibile grazie alle sottoscrizioni dei cittadini stessi, quelli che insomma dovranno poi tenerlo in vita con le loro consumazioni. E’ quanto accade a Greve in Chianti, dove è in corso la ristrutturazione degli spazi dell’ex Circolo Mcl, che verrà inaugurato sabato 28 nel pomeriggio. Uno spazio che aspira a diventare il bar di tutti, un’officina aperta all’espressione delle diverse identità, un laboratorio creativo in cui crescere, socializzare, coltivare passioni e senso di appartenenza alla comunità, che prenderà il nome di “#PostAzione” e deve tutto ai promotori dell’iniziativa, cioè la cooperativa La Stadera, la parrocchia e il Comune di Greve, ma anche alle centinaia di sostenitori provenienti da più parti della Toscana.
Il bar nasce da un intervento di ristrutturazione che ha permesso di rinnovare spazi e funzioni nei locali dell’ex Circolo Mcl. Il progetto è stato elaborato dall’architetto Cristiano Cosi. “L’inclusione è il punto di partenza di questo nuovo spazio che metterà al centro le persone – spiega il sindaco Paolo Sottani – un luogo di incontro e aggregazione, aperto e fruibile da tutti, finalizzato a costruire occasioni, opportunità e servizi nell’ambito di un progetto sociale e culturale di alto profilo. Si potrà prendere semplicemente un caffè e incontrarsi con gli amici, si potrà fare molto di più, attività laboratoriali ed educative rivolte ai ragazzi e ai giovani del territorio con particolare attenzione alla disabilità e al disagio sociale”. Il progetto potrà ampliare l’offerta dei servizi con attività e laboratori che risponderanno alle esigenze specifiche dei giovani coinvolti.