Chiavi della città ai 3 “tenori” dello spettacolo fiorentino

0
371

Un regista, un attore e un presentatore. Leonardo Pieraccioni, Giorgio Panariello, Carlo Conti. Tre simboli della toscanità a cui il sindaco Dario Nardella ha donato le chiavi della città, anche se in fondo non ce n’era bisogno perché certo Firenze nei loro confronti non può dirsi chiusa. E’ da qui che sono partite le loro carriere artistiche ed è qui che continuano a trovare un seguito importante. Come dimostra il loro tour, che al botteghino del Nelson Mandela Forum continua a sbancare, tanto che alle 12 date già previste ne sono state aggiunte altre due, il 6 e 7 gennaio. Si separeranno solo per il Festival di Sanremo, dove Leonardo e Giorgio non ci saranno. “Vado lì proprio per disintossicarmi da loro”, ha ironizzato Carlo. Mentre Leonardo gli ha risposto con un “ci sono troppe gallerie per Genova”, e un “a Sanremo ci vorrei tornare ma da cantante”, che forse fanno capire proprio come sul palcoscenico del teatro Ariston il trio non si riformerà. Adesso che hanno le chiavi, chi esce per ultimo chiuda la porta.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.