Cinque richieste per salvare le imprese del commercio

0
91

Travolti dal virus. Confcommercio e Confesercenti Toscana dettano al presidente della Regione Eugenio Giani 5 punti per la sopravvivenza delle imprese commerciali, costrette a una lunga chiusura. “La situazione delle nostre attività commerciali e del turismo, tutte, nessuna esclusa, è tragica. Forse a Roma non lo hanno capito, ma ogni giorno perso per noi è drammatico”, si legge in una nota congiunta delle due associazioni. Ed ecco i 5 punti: 1) immediato passaggio alla “zona gialla” o comunque provvedimento che consenta anche ai pubblici esercizi di lavorare; 2) risarcimento dei danni causati dalla pandemia alle attività commerciali; 3)cancellazione di ogni forma di imposizione fiscale relativa al 2020; 4) applicazione dei rating bancari 2019; 5) provvedimento che modifichi l’attuale disciplina delle locazioni commerciali, escludendo l’ipotesi di sfratto per inadempienza, e rinegoziazione dei canoni di locazione su parametri adeguati all’attuale situazione.