Contanti, Firenze la città più cashless d’Italia

0
200

Uso dei contanti in calo e Firenze risulta la città più “cashless” d’Italia, quella cioè con la percentuale di pagamenti digitali più elevata. Una transizione, quella dai pagamenti in denaro ai pagamenti digitali, di cui si è parlato in Camera di commercio in un incontro con il contributo di Intesa Sanpaolo. Secondo le stime dell’osservatorio Innovative payments del Politecnico di Milano, nel 2021 si è registrata una crescita del 23% in termini di valore e del 34% sul numero di transazioni con pagamenti elettronici. Nel primo semestre 2022 (in cui non era ancora in vigore l’obbligo del Pos), la crescita è rimasta su livelli significativi seppur in rallentamento, con variazioni del 22% in valore e del 19% per numero. In Italia i pagamenti fisici sono ancora il 69% delle transazioni nei punti vendita e il 49% del valore totale. Nell’area euro l’Italia si colloca tra i paesi con il peso maggiore del contante in termini di numero di operazioni (quarta nazione dopo Malta, Slovenia e Austria), mentre se si considerano il valore degli importi si posiziona all’ottavo posto.