La Mostra dell’artigianato riparte dalle eccellenze

0
23

Una gamma di espositori selezionati da un apposito comitato scientifico e una serie infinita di eventi, tra laboratori creativi e mostre, ma anche l’incontro con dei buyer internazionali ospiti di Firenze. La Mostra dell’Artigianato (Fortezza da Basso dal 24 aprile al 1 maggio) cerca il rilancio puntando sulla qualità e sulla capacità di presentare un parterre di alto livello per quanto riguarda le produzioni, dove il saper fare e il fatto a mano saranno la linea guida. “Con Mida 2019 non abbiamo solo voluto rinnovare la Mostra, puntando sulla qualità, ma abbiamo seguito l’ambizione di trasformare Firenze in una piattaforma privilegiata per le eccellenze dell’artigianato. Abbiamo tutte le caratteristiche per diventare il cuore italiano ed europeo di questo settore. La candidatura a Città creativa dell’Unesco è un’ulteriore spinta verso questo obiettivo, verso un progetto condiviso da istituzioni, a iniziare da Comune, fondazioni, associazioni e soggetti privati”, ha detto Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera.

Ma non sarà solo artigianato tradizionale, visto che un grande spazio lo avrà anche il food, con un’area dedicata esclusivamente a piccoli artigiani e produttori indipendenti, oppure le degustazioni di vino, olio e birra. Infine la bellezza e benessere, con produttori artigianali di cosmetici, profumi, essenze e prodotti per la cura del corpo ospiti della basilica dell’Arsenale.