“L’edilizia vola, ma gli infortuni di più”

0
98

“Il settore edile vola, i bonus fiscali per l’edilizia spingono il settore a numeri mai visti da qualche decennio, ma gli infortuni crescono a un ritmo ancora maggioree questo non è accettabile. Non possiamo sacrificare la vita e la sicurezza nel nome della ripresa”. A lanciare l’allarme è Simona Riccio, segreteria generale della Filca-Cisl Toscana. “In questo momento – dice Riccio – la domanda supera l’offerta; i prezzi stanno crescendo, si fa fatica a trovare i materiali, non si riescono a mantenere i tempi delle consegne: i ponteggi che non si trovano sono il simbolo di questo momento, forse ancor più della manodopera. Le previsioni ci dicono che gli investimenti in edilizia cresceranno e la spinta principale arriverà appunto dai lavori incentivati dal superbonus, dagli altri bonus fiscali e dalle nuove opere pubbliche”,

“Il settore delle costruzioni è strategico sul piano occupazionale e un importante volano per lo sviluppo economico e sociale della nostra Regione. Gli ultimi dati della Casse edili evidenziano che in Toscana si è passati da una media di 28.455 lavoratori e 7268 imprese del periodo ottobre 2016-settembre 2017ad una media di33.068 lavoratori e 7619 imprese del periodo ottobre 2020-settembre 2021, quindi un+16% di lavoratori e un + 4,8% di imprese, mentre la massa salari è cresciuta del 22% e le ore lavorate del 15%”.

“E’ determinante però coniugare crescita e sicurezza. In Toscana, nel settore delle costruzioni, nel periodo gennaio-novembre 2021 ci sono state (dati Inail) 2.369 denunce di infortunio sul lavoro, il 22,1% in più dello stesso periodo dell’anno precedente, un aumento non giustificato dal fermo di parte del settore nel lockdown”.

“L’attenzione alla sicurezza sul lavoro, gli investimenti in prevenzione e controllo, sono stati considerati un costo nel periodo di crisi e oggi rischiano di essere visti come un’incombenza che rallenta la rincorsa al lavoro e ai ritmi esagerati che stiamo tenendo a scapito di formazione, prevenzione e rispetto delle regole. E gli incidenti degli ultimi giorni ne sono la conferma”.