Una Tac di ultima generazione per il Meyer

0
102

“Vedere realizzata in poco tempo una Tac di ultimissima generazione, che non ha eguali in Europa in un ambiente a misura di bambino come l’isola dei pirati, testimonia il lavoro ben fatto tra la squadra della struttura commissariale e quella del Meyer”. Sono queste le parole pronunciate dal generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, a conclusione della visita dell’ospedale pediatrico fiorentino e in particolare dei locali che ospitano una Tac all’avanguardia, capace di eseguire tomografie con immagini ad alta risoluzione in tempi ridotti e con una bassissima esposizione alle radiazioni ionizzanti. Il macchinario, che ha già superato la fase di rodaggio ed è a disposizione dei piccoli pazienti, che hanno bisogno di una diagnosi, è stato acquistato grazie ai fondi commissariali, con una procedura portata a termine in tempi rapidissimi: sessanta giorni dall’inizio del cantiere. Si tratta di un importante investimento, di oltre 1 milione e 200mila euro, finalizzato a migliorare ulteriormente la capacità di risposta della radiodiagnostica del Meyer.