Vasariano, quattro passi nel cuore segreto di Firenze

0
184

Un tuffo nel passato attraverso il segreto passaggio affacciato sopra il Ponte Vecchio che congiunge di fatto gli Uffizi con la reggia granducale di Palazzo Pitti. Il Corridoio Vasariano, che venne chiuso dal 2016 per ragioni di sicurezza, riaprirà al pubblico, grazie a un progetto che prevede un anno e mezzo di lavori, in cui costo ammonta a circa 10 milioni di euro già finanziati. Il nuovo percorso del Vasariano garantirà completa accessibilità per i disabili, con un sistema integrato di rampe, pedane e ascensori. Tra le curiosità si segnala la realizzazione di 5 nuove uscite di sicurezza, di cui una verrà ricavata all’interno di un vano di un pilone dopo Ponte Vecchio risalente al dopoguerra, in Oltrarno, in corrispondenza di via de’ Bardi, e un’altra all’altezza del Cortile delle Cacce, nel giardino di Boboli, dove per realizzare il collegamento saranno riaperti due archi tamponati del Corridoio.

Alla luce della sua nuova funzione di passeggiata panoramica sopra Firenze, verranno aperte le 73 finestre collocate lungo il percorso in modo da consentire ai visitatori di ammirare il più possibile la bellezza della città.

Il Corridoio sarà aperto in via ordinaria, benché su prenotazione. L’idea è di garantirne l’accessibilità tutti i giorni di apertura degli Uffizi con l’aggiunta dei due lunedì al mese in cui resta aperto anche il giardino di Boboli. Le stime per i flussi di visita sono di circa 500mila persone all’anno. Per accedere occorrerà acquistare un biglietto speciale: il costo sarà di 45 euro in alta stagione, 20 in quella bassa. Le scolaresche entreranno gratis.