Scandicci, il Comune vende le proprietà

0
542

Il Comune si prepara a vendere. L’area dell’ex liceo artistico Leon Battista Alberti in piazza Boccaccio, l’ex asilo di Granatieri, il complesso dell’ex scuola e ambulatorio di San Michele a Torri e l’area tr04b, il terreno edificabile lungo il percorso della tramvia nell’area tra piazza Resistenza, l’edificio dell’ex Fondiaria Sai adesso di proprietà Unipol e le Poste: sono questi i beni di proprietà comunale inseriti per il 2017 nel “Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni triennio 2017/2019” approvato dalla Giunta, che andrà al voto del Consiglio alla fine del mese. Per l’ex liceo Alberti il valore di massima è fissato in 3.460.000 euro, con destinazioni d’uso residenziale, direzionale, terziaria e commerciale (negozi di vicinato) al piano terra; per l’ex asilo di Granatieri, con valore di 465mila euro, la destinazione d’uso è residenziale; per il complesso di San Michele il valore di massima fissato è 435mila euro e le destinazioni d’uso sono residenziale, di ospitalità alberghiera e di somministrazione alimentare; per l’area tr04b il progetto unitario approvato dal consiglio nell’ottobre 2015 fissa la possibilità di costruire case per 7200 mq di superficie utile lorda ed esercizi commerciali per 1200 mq complessivi, con un valore fissato in 5.750.000 euro.

Di particolare importanza per il 2018 è invece la porzione di circa il 5,6% dell’area ex Cnr, di proprietà comunale, con destinazioni d’uso residenziale, direzionale, terziaria, di servizio, turistico ricettiva e commerciale; il valore di massima fissato è di 3,1 milioni di euro. La scelta dell’amministrazione è di procedere con il bando di alienazione dopo l’approvazione del piano attuativo, che è prevista per il prossimo anno.