Bimbi di Tavarnelle per il Ciad

0
493

Una candela si è accesa per il Ciad, nella forma di un salvadanaio che contiene le rinunce dei bambini di Tavarnelle per aiutare i bambini più bisognosi. E’ stato presentato all’assessore Giulia Casamonti il progetto che ha visto coinvolti 63 bambini di tre delle terze classi della scuola primaria di Tavarnelle, guidate da 7 insegnanti. I risparmi, le rinunce degli studenti andranno a sostenere i bambini del Ciad.  “Abbiamo incontrato – spiega l’insegnante Giovanna Manetti – i volontari dell’associazione ‘Andiamo andando in Africa’, che ci hanno mostrato con immagini, video, oggetti la vita nel Ciad.  In particolare ci siamo soffermati sulla scuola di Bodò. É proprio lì che andrà il nostro contributo insieme ai quaderni, tradotti in francese, realizzati dai bambini. E’ stata raccolta una somma consistente destinata all’acquisto di libri in francese e materiale per la scuola. Ci auguriamo che nasca una bella amicizia con i bambini di Bodò”. “Un progetto di grande valore sociale ed educativo – ha aggiunto l’assessore Casamonti –  che è riuscito a sensibilizzare i bambini rendendoli parte attiva di un percorso concreto di pace”. Su questo tema, legato ai diritti dei bambini, sta già lavorando la scuola dell’Infanzia di Bustecca.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.