Calvino, nasce una scuola biocompatibile

0
510

Una scuola biocompatibile. Si tratta della nuova sede della primaria Calvino, in via Santa Maria a Cintoia, dove la vicesindaca e assessore all’educazione Cristina Giachi ha compiuto un sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. Il progetto, curato dagli esperti della direzione servizi tecnici del Comune, prevede un edificio ad alta efficienza energetica con una struttura portante in legno per solai e pareti verticali (che saranno ad alta prestazione termica), isolamenti termo acustici in fibre di legno, infissi a taglio termico con vetrocamera basso emissivi. I lavori sono cominciati lo scorso ottobre: ad oggi sono state completamente ultimate le opere di fondazione in cemento armato al piano interrato e il solaio del piano terreno. Saranno utilizzate fonti energetiche rinnovabili, fotovoltaico, solare termico (ed eventualmente la geotermia), è prevista anche la realizzazione di una doppia areazione delle aule del piano primo per sfruttare l’effetto camino per la fuoriuscita dell’aria esausta. La nuova Calvino si svilupperà su due piani fuori terra oltre ad un piano interrato e al suo interno ci saranno 12 aule didattiche di circa 50 metri quadrati, 9 laboratori; una sala lettura; una sala riunioni; palestra (esistente); locali di servizio vari; locali deposito e tecnici al piano interrato; collegamento con la materna Laura Poli e con la media Pirandello. La superficie totale del plesso scolastico sarà di circa 3.500 metri quadrati oltre ad un piano interrato da adibirsi a depositi e locali di servizio vari.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.