Centrali operative 118, da 12 a 6

0
537

Cambia il sistema dell’emergenza in Toscana. Avviata la fase transitoria della riorganizzazione delle Centrali operative del 118, che porterà queste ultime a 6 (due per ogni Area Vasta) entro la fine del 2014. L’assetto definitivo, che si concluderà entro il 31 dicembre 2016, come ha spiegato la Regione prevede 3 Centrali operative da adibire alle attività di emergenza-urgenza 118, e altre 3 Centrali operative per la gestione dei trasporti sanitari (non di competenza delle Centrali operative 118). “Questa fase di transizione – ha spiegato l’assessore al diritto alla Salute  Luigi Marroni – era assolutamente necessaria a causa della forte complessità organizzativa e tecnologica che la riorganizzazione richiede. Sono tempi necessari, legati alla implementazione delle infrastrutture tecnologiche, alla riorganizzazione delle procedure e alla formazione del personale. Questo percorso non risponde a una logica di risparmio – ha sottolineato ancora l’assessore – Si tratta piuttosto di un grande investimento per migliorare la qualità del servizio, la salute e la sicurezza dei cittadini toscani. Una decisione a cui ha contribuito il volontariato, parte integrante del sistema di emergenza-urgenza e trasporto sanitario”.  Nella fase di transizione, che si concluderà entro la fine del 2014, saranno operative le seguenti Centrali 118: Asl 3 Pistoia, Asl 6 Livorno, Asl 7 Siena, Asl 8 Arezzo, Asl 10 Firenze, Asl 12 Viareggio. Le 6 Centrali svolgeranno compiti misti, sia di emergenza-urgenza che di trasporto sanitario ordinario. Nel passaggio successivo, quello definitivo, 3 Centrali svolgeranno compiti di emergenza-urgenza, altre 3 compiti di trasporto sanitario ordinario.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.