Clima di spending review, la Camera rivede i piani di spesa Imprese chiamate al voto on line sui finanziamenti da erogare e sulla riduzione del diritto annuale

0
381

Tagliare per sopravvivere e far sopravvivere, in clima di spending review. La Camera di commercio di Firenze è pronta a varare un nuovo piano di destinazione delle risorse economiche disponibili a vantaggio di realtà economiche, sociali e culturali del territorio, per razionalizzarne l’impiego. Ma non intende farlo da sola, bensì rendere partecipi delle scelte tutti gli imprenditori della provincia, a cui viene chiesto di rispondere a un questionario di valutazione dei servizi erogati, dire la propria opinione sull’ipotesi di riduzione del diritto annuale e scegliere su quali delle 16 società partecipate attualmente in essere valga la pena scommettere (Aeroporto di Firenze, Centrale del latte, Firenze Fiera, Firenze Mobilità, Firenze Parcheggi e così via). Oltre a indicare quale delle 24 associazioni che ora ricevono finanziamenti continuare a sovvenzionare. Per questo il presidente della Camera, Leonardo Bassilichi, ha deciso di inviare a tutti gli iscritti una lettera in cui si invita a partecipare e dare le proprie indicazioni in merito. C’è tempo fino al 15 settembre. Dopo di che i risultati del questionario saranno pubblicati on line e saranno prese le decisioni conseguenti. E’ la prima volta che gli iscritti alla Camera di commercio sono chiamati ad esprimersi con un voto, spiega Bassilichi, ma non sarà l’ultima. Un modo per far capire che si tratta di un ente a servizio di tutti, in un momento in cui ruoli e funzioni di molte società e strutture vengono messi in discussione. “Molte delle attività finanziate dalla Camera di commercio – spiega infatti il presidente nella sua lettera – hanno avuto e avranno un rapporto diretto con il tuo conto economico, anche se questo collegamento può sembrarti lontano”. (Ma.Ab.)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.