Esenzione ticket per
i cassintegrati

0
507

In Toscana i lavoratori cassintegrati e in mobilità e i loro familiari a carico continueranno ad avere diritto all’esenzione dal ticket sanitario, così come i lavoratori rimasti disoccupati a seguito della crisi economica.
A ribadirlo è la giunta regionale che, andando oltre la normativa nazionale, ha prorogato fino a fine anno le misure straordinarie di sostegno ai lavoratori colpiti dalla crisi e previsto l’esenzione dal ticket sia per chi ha perso il lavoro dal 1 gennaio 2009 sia per chi è in cassa integrazione o in mobilità.

“Non è accettabile creare una graduatoria tra le vittime della crisi – ha detto il presidente della Toscana, Enrico Rossi – La normativa nazionale prevede, giustamente, l’esenzione dal ticket per chi ha perso il lavoro e ha basso reddito. La Toscana sceglie di estendere questa esenzione a tutti coloro che sono stati colpiti dalla crisi, a chi è rimasto disoccupato ma anche  a chi il lavoro sta rischiando di perderlo e vede il proprio stipendio pesantemente decurtato. Tra i cardini della nostra Costituzione ci sono il diritto alla salute e il diritto al lavoro, entrambi essenziali”.

La delibera approvata dalla Giunta regionale toscana prevede di estendere fino al 31 dicembre 2013 le esenzioni per i tutti i lavoratori disoccupati dal gennaio 2009, per quelli cassaintegrati ed in mobilità secondo quanto previsto dalle delibere  1164/2011 e 1253/2012. Viene confermata fino a quella data la validità dei codici di esenzione E90, E91, E92, che altrimenti sarebbero scaduti il 30 aprile.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.