Figline, ecco i soldi per la “Girandola”

0
500

E’ arrivata la conferma del finanziamento regionale che il Comune di Figline-Incisa utilizzerà per l’ampliamento dell’asilo nido la “Girandola”, nella frazione Stecco a Figline. Sono circa 300mila euro derivanti dalla partecipazione a un bando della Regione Toscana, a cui nel marzo 2013 parteciparono 140 enti e che proprio nei giorni scorsi ha registrato lo scorrimento nella graduatoria di assegnazione dei contributi. Il progetto per il nuovo asilo prevede due diversi interventi. Il primo riguarda la ristrutturazione del vecchio edificio, che accoglierà unicamente le attività destinate agli adulti: quindi ci saranno spazi per riunioni e per lo sporzionamento dei cibi, uffici, spogliatoi e servizi igienici anche per i portatori di handicap. L’area da ristrutturare avrà un ingresso separato rispetto alla nuova ala e non prevede lavori impegnativi sotto il profilo edilizio. Il secondo intervento consiste invece nella costruzione di una nuova superficie di circa 300 metri quadri su un unico piano, costruita in bioarchitettura e con tutte le caratteristiche più moderne per il risparmio energetico. E’ inoltre prevista la realizzazione di un grande loggiato per accogliere i bambini, mentre un’altra area di 50 mq permetterà di svolgere varie attività didattiche e fungerà da filtro di accesso alle due aule (61 mq ciascuna), che avranno la funzione di gioco-pranzo e saranno dotate di servizi (14 mq) e zona riposo (23 mq), oltre che porte-finestre per accedere senza pericolo al giardino attrezzato con giochi o sotto il loggiato. L’accesso alla nuova “Girandola” avverrà da piazza Antonietta e da via del Crocifisso, dove si trovano parcheggi e percorsi pedonali che condurranno fino all’area recintata dell’asilo. L’opera costerà 600mila euro e sarà coperta con un finanziamento di 300mila euro della Regione e con un analogo investimento da parte del Comune di Figline e Incisa Valdarno. Il cronoprogramma dell’intervento prevede l’approvazione del progetto definitivo entro febbraio 2015, in modo da iniziare i lavori alla fine del prossimo luglio: l’ingresso dei piccoli alunni della “Girandola” è quindi previsto per il settembre 2016.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.