Fiorentina, Chievo domato
grazie a Pasqual e LarrondoI viola vincono 2 a 1. E la testa vola già al big match di Roma contro la Lazio

0
368

Il triplice fischio finale è stato accolto con un grido di esultanza da parte dei tifosi viola, divertiti ma anche in ansia fino all’ultimo minuto per una partita giocata a viso aperto dalle due squadre, in cui la Fiorentina ha meritato il successo ma il Chievo non si è mai arreso, creando diversi pericoli e soprattutto mostrandosi aggressivo e veloce nella costruzione delle azioni. Montella non aveva dato niente per scontato, ma era apparso subito deciso a prendersi i tre punti schierando sul campo il tridente Jovetic-Ljaijc-Toni per tenere la difesa ospite sotto pressione. Pronti, via ed è arrivato fortunatamente subito il gol, grazie a una punizione di Pasqual che al 4′ minuto poteva far pensare ad un match in discesa. Ma così non è stato, il Chievo ha subito reagito e i viola sono stati bravi a non sedersi sugli allori del vantaggio., anche se qualche svarione difensivo ha fatto correre rischi inopportuni. Come al minuto 11, quando Thereau si è trovato da solo al centro dell’area e ha sbagliato di testa mettendo a lato. Chievo che dunque poteva pareggiare, così come la Fiorentina ha avuto più di una chance per il raddoppio, prima che Cofie con un rasoterra insaccasse e portasse i suoi sull’1 a 1. Dopo l’intervallo la Fiorentina ricomincia a macinare gioco e il grande protagonista nel bene e nel male diventa Larrondo, che prima fallisce diverse occasioni da gol al 69′, al 73′ e al 76′, ma poi su un calcio di punizione sbuca da dietro Toni e forse anche un po’ fortunosamente infila la porta avversaria. Finisce così, 2 a 1. Tre punti preziosi per tenere il passo delle prime della classe, soprattutto Milan e Inter che hanno vinto, mentre il Catania, sconfitto proprio dai nerazzurri, resta indietro. Infine la Lazio, che oggi è più vicina e domenica prossima attende proprio i viola. Un match importante per il campionato, in cui la Fiorentina dovrà dimostrare di saper vincere anche lontano dal Franchi e dovrà farlo con uno degli avversari più difficili.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.