Greve, 700mila euro per gli anziani

0
572

Ammonta a oltre 700mila euro il fondo che il Comune di Greve ha destinato nel 2015 al capitolo anziani, con cui sono state finanziate attività come il servizio di assistenza domiciliare e la compartecipazione nel pagamento delle rette per gli ospiti ricoverati nelle Rsa, ma anche l’esenzione della Tari a favore delle persone più in difficoltà. “Il nostro obiettivo – commenta il sindaco Paolo Sottani – è contrastare l’emarginazione e supportare i tanti bisogni degli anziani autosufficienti e non”. Nel territorio chiantigiano, per storia e tradizione, la popolazione anziana storicamente costituisce una fetta consistente sul piano demografico. Tanti i servizi che il Comune eroga a favore del mondo della terza età. “Ci occupiamo degli anziani – aggiunge il sindaco – su più fronti, consegnando loro pasti a domicilio, erogando il servizio di assistenza domiciliare per affiancare gli anziani nel disbrigo delle commissioni, della spesa, dell’acquisto delle medicine e anche per l’accudimento e l’igiene personale nelle loro abitazioni, i nostri fondi servono a sostenere il pagamento delle rette nelle Rsa, a portare avanti la realizzazione del servizio di telesoccorso che verifica costantemente lo stato di salute dei nostri cittadini, organizziamo il trasporto sociale e li portiamo in vacanza nei soggiorni estivi”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.