La trovata: birilli luminosi per segnalare gli incidenti Il dono innovativo di un’azienda al Comune di Pistoia. Adesso li sperimenterà la municipale

0
693

Una novità per la sicurezza stradale a chilometri zero, che cioè arriva proprio dalla Toscana. La scorsa settimana sono stati donati al Comune di Pistoia due apparecchi per la sicurezza stradale, i primi del genere in Italia, realizzati dalla Modelleria Artigiana Pistoiese. Si tratta di due delineatori mobili di ostacoli con luci a led, chiamati “Birilli luminosi”. A consegnarlo al sindaco Bertinelli uno dei titolari dell’azienda e l’inventore degli apparecchi Siro Vasco Cecchi. Adesso toccherà alle pattuglie della municipale di Pistoia sperimentare, prime in Italia, questi nuovi apparecchi, utili al segnalamento stradale. I “Birilli luminosi” saranno infatti impiegati dalla per delimitare le aree dove teatro di incidenti stradali o in qualsiasi altra situazione che necessiti un segnalamento luminoso in luoghi pubblici e in particolare lungo le strade. I birilli sono alti 67 centimetri e sono formati da una parte luminosa con luci a led che si possono ricaricare con il caricabatterie direttamente in auto, da un’asta in metallo che sorregge la parte luminosa e da una base in gomma progettata in maniera tale da mantenere l’apparecchio sempre in equilibrio e in posizione eretta, anche in caso di urto. La luminosità dell’apparecchio, che ha un’autonomia di 8 ore, è tale da renderlo visibile anche da una distanza di cento metri. La Modelleria Artigiana Pistoiese è un’impresa artigiana dove lavorano 14 dipendenti, che produce modelli per fonderie e stampi in numerosi campi: dai modelli per prodotti usati nel settore aerospaziale a quelli per auto, moto, navi, arredamenti, macchine utensili ed è particolarmente specializzata nel settore delle pompe di piccole e grandi dimensioni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.