L’antica fornace si fa spazio museale

0
533

Un’antica fornace diventa spazio museale e centro didattico. Si tratta della fornace Agresti di Impruneta, che il 22 e 23 novembre ospiterà “La Terracotta e il Vino”, convention internazionale sull’uso della terracotta in enologia che vedrà la partecipazione di prestigiosi nomi della produzione vinicola italiana, francese, statunitense, australiana, neozelandese, georgiana, armena e montenegrina. Un’iniziativa che l’assessore regionale alla cultura e al turismo Sara Nocentini ha definito “un percorso esemplare, un modello per analoghi interventi a venire, di recupero di uno storico luogo di produzione trasformato in sede museale moderna, legata alla cultura del territorio e capace di farsi sede propositiva nella promozione di cultura”. La fornace risale ai primi anni del XVIII secolo quando gli Agresti, una delle più antiche famiglie di fornaciai, trasferirono qui la loro attività a seguito dell’esaurimento della precedente cava di via della Croce. L’intervento ha completato i lavori di recupero funzionale del complesso della fornace per destinarlo a spazio museale, laboratori didattici, caffetteria. Il progetto ha visto la collaborazione tra il Comune di Impruneta e la Regione, i finanziamenti per i lavori, iniziati nel 2008 e prolungatisi per vicende legate all’operatività delle ditte impegnate, hanno fatto riferimento al Programma pluriennale 2006-2008 sui fondi regionali, con un costo totale pari a 2 milioni 400mila euro.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.