Manutenzione scuole, Firenze prima fra le grandi Il rapporto di Legambiente. Ancora pochi gli investimenti per interventi straordinari

0
595

La graduatoria di Ecosistema Scuola, presentato da Legambiente, quest’anno premia Firenze, che si piazza al 14esimo posto a livello nazionale, ma al primo tra le grandi città. Non sono proprio giovani le scuole toscane: il 72,9% degli edifici è stato costruito prima del ’74. Le amministrazioni comunali si sono comunque impegnate nel realizzare interventi di manutenzione straordinaria negli ultimi 5 anni nel 54,2% degli edifici, percentuale superiore alla media nazionale, investendo nel quinquennio, sia per la  manutenzione straordinaria che per quella ordinaria, più di quanto venga mediamente investito nel resto del paese. Tuttavia nel 2014 l’investimento per manutenzione straordinaria si è fermato sotto la media, mentre quello per ordinaria si è confermato sopra. Ma nel quadro generale non mancano elementi di eccellenza su singoli parametri Pisa e Firenze, infatti, sono presenti nella top ten dei comuni che investono mediamente di più per ciascun edificio in manutenzione straordinaria. Gli interventi hanno interessato anche la messa in sicurezza e l’acquisizione delle certificazioni che nel caso dell’agibilità, igienico-sanitaria, impianti elettrici a norma, requisiti di accessibilità risultano tutti sopra il dato medio nazionale. Sotto, invece, per quanto concerne le scuole con certificato di prevenzione incendi e collaudo statico. Complessivamente, in Toscana la media di investimenti per la manutenzione ordinaria ha sostanzialmente tenuto la media dal 2010, mentre per la manutenzione straordinaria, a partire dal 2011 (anno in cui è deflagrata la crisi economica anche in Italia) ha avuto un lento ma inesorabile decremento (€ 42.000 nel 2011, € 39.000 nel 2012, € 29.000 nel 2014 ).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.