Martedì l’anniversario dell’alluvione

0
394

Una data che Firenze non dimenticherà: il 4 novembre 1966, il giorno in cui l’Arno ruppe gli argini e inondò la città, uccidendo in tutto 35 persone tra capoluogo e dintorni e lasciando dietro di sé distruzione e sfacelo. Martedì prossimo Firenze celebrerà il 48esimo anniversario della tragedia con le consuete cerimonie, che dal 1994 sono organizzate dall’Associazione Firenze Promuove, e da 4 anni anche assieme alla presidenza del consiglio comunale di Firenze, prevedono alle ore 11 all’Oratorio della Madonna delle Grazie, in lungarno Diaz 6, la celebrazione della Santa Messa in memoria delle vittime ai piedi della Madonna, che anticamente era posta su una delle celle del Ponte alle Grazie per proteggere la città dalle alluvioni. Presiederà la funzione religiosa mons. Giancarlo Corti, vicario del vescovo per la Carità e Proposto della cattedrale. Al termine della Messa, intorno alle ore 11,40, un corteo aperto dal gonfalone del Comune, presente per la prima volta alla cerimonia, porterà le autorità e i cittadini presenti al centro del ponte alle Grazie, da dove il presidente di Firenze Promuove, giornalista Franco Mariani, e la presidente del consiglio comunale, Caterina Biti, lanceranno in Arno, dopo la benedizione del fiume, la corona d’alloro del Comune di Firenze in ricordo delle 35 vittime.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.