Multinazionali, traino per lo sviluppo

0
363

La grande impresa fa quadrato, per impostare un’azione comune finalizzata allo sviluppo del territorio, ma anche a farsi ascoltare dalla politica, dettare insomma un’agenda economica. Si è svolto il primo incontro operativo per il coordinamento del Gruppo Multinazionali e Grandi imprese di Confindustria Toscana.  “Le imprese Multinazionali e di grandi dimensioni meritano un’attenzione nuova, sono di fatto il vero motore dell’economia regionale, basti pensare al dato sull’occupazione che vede un incremento del 16%, dal 2007 ad oggi, e che porta il numero dei loro addetti a quota 35.000. Rappresentiamo un eccezionale serbatoio di tecnologie, competenze e cultura internazionale e possiamo essere un traghetto naturale per le imprese di minori dimensioni che non hanno la forza di stare sui mercati internazionali”, sottolinea Fabrizio Monsani, coordinatore del Gruppo Multinazionali e Grandi imprese di Confindustria Toscana. “Abbiamo fatto il punto sui temi caldi ancora sul tappeto: infrastrutture, semplificazione, formazione. Ma anche sul grande tema dell’attrattività – prosegue Monsani – a cui dedicheremo prossimamente un grande evento pubblico aperto a tutto il sistema delle imprese e alle istituzioni e in cui presenteremo un vero e proprio Manifesto, una sintesi dei valori a cui ci riferiamo, delle azioni che porteremo avanti e della nostra visione. Siamo convinti che occorra una Toscana più semplice. I fattori di produzione, in particolare in Europa, non fanno più la differenza, ma vincono i territori dove è più facile fare impresa e investire capitali”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.