Nuova giunta per il Rossi bis. Manca solo un nome Il governatore presenta la sua squadra. Ma terrà per sé la delega al lavoro

0
407

Manca solo un tassello, per il resto la giunta del Rossi bis è fatta. Ad annunciarla ufficialmente è stato lo stesso presidente della Regione Enrico Rossi, che però non ha ancora assegnato deleghe e competenze. Tre, come secondo previsione, le conferme, con Stefania Saccardi che dovrebbe andare a Sanità e welfare, Vincenzo Ceccarelli a cui dovrebbero toccare le infrastrutture e l’urbanistica, e Vittorio Bugli. I volti nuovi sono Cristina Grieco, Federica Fratoni, Stefano Ciuoffo e Marco Remaschi. L’ottavo nome arriverà al momento della prima seduta del consiglio regionale convocata per il 25 giugno. Ma vediamo chi sono e da dove vengono i nomi nuovi. Federica Fratoni, 43 anni e pistoiese, liceo classico e una laurea in Economia e commercio, un passato negli scout, ha iniziato l’attività politica nella fila del Partito popolare per poi transitare nella Margherita di cui è stata nel 2007 l’ultimo segretario provinciale (e il primo del Pd comunale). Dal 2009 al 2015 è stata presidente della Provincia di Pistoia, prima donna in questo ruolo. Il 31 maggio è stata eletta in consiglio regionale. Cristina Grieco, 51 anni, livornese, è dal 2007 dirigente scolastico dell’istituto di istruzione superiore Vespucci a Livorno. Una laurea in economia e commercio e una seconda in statistica, un paio di master, è iscritta all’albo dei commercialisti e a quello nazionale dei revisori dei conti. Marco Remaschi, 58 anni, lucchese della media valle del Serchio, è stato consigliere regionale dal 2005 fino alla legislatura appena conclusa: presidente della commissione agricoltura, poi Affari istituzionali, quindi Sanità e politiche sociali. E’ stato sindaco di Coreglia Antelminelli (dal 1996 al 2005) e presidente della comunità montana della Media Valle (dal 1998 al 2005). Consulente aziendale, un passato in banca, è stato coordinatore provinciale lucchese della Margherita dal 2002. Nel Pd regionale si è occupato di enti locali. Stefano Ciuoffo è un ingegnere di Prato di 64 anni. In città ha fatto l’assessore comunale all’urbanistica dal 2004 al 2009 (sindaco Romagnoli). Prima ancora è stato capogruppo del Ppi in consiglio provinciale dal 1999 al 2004 e quattro volte consigliere comunale a Vernio eletto nelle liste della Dc, dal 1980 al 1995. Da febbraio 2014 è tesoriere regionale del Pd. Tre dei nuovi assessori – Ceccarelli, Fratoni e Saccardi – sono stati appena eletti in consiglio regionale. Una volta nominati in giunta, dovranno essere sostituiti dai primi tra i non eletti. Particolare poi la scelta di Rossi di avocare a sé le competenze in materia di lavoro: “Intendo tenere in capo alla presidenza la delega sul lavoro – ha dichiarato -, per l’importanza che ha”. Quanto alle altre deleghe, Rossi ha annunciato che continuerà a tenere per sé comunicazione e editoria.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.