Ospedale Serristori,
proposte dal Comitato

0
972

“Il Pronto Soccorso, con tutte le attività previste della legge 51, dovrà essere attivo 24 ore su 24, e 7 giorni su 7, la Sub Intensiva sia multidisciplinare e con 4 posti letto”. Sono alcune delle richieste inoltrate dal Comitato per la Difesa dell’Ospedale Serristori, secondo cui sono necessarie modifiche al testo del protocollo istituzionale sulla riorganizzazione dell’ospedale di Figline che i sindaci del Valdarno Fiorentino sono chiamati a sottoscrivere con l’Asl 10. “Così come è configurato attualmente il Pronto Soccorso del Serristori – sottolinea il Comitato – nei giorni festivi e prefestivi non sono garantiti tutti i parametri previsti dalla legge regionale 51/2009 riguardo la sicurezza delle procedure sanitarie”.

Al primo posto nell’elenco delle modifiche richieste al testo del protocollo vengono  elencati i requisiti che il Pronto Soccorso dovrà avere, anche nei giorni festivi e prefestivi, senza  alcuna limitazione dovuta al Week Surgery. “In base alla legge – specifica il Comitato – il Pronto Soccorso deve garantire sette giorni su sette e h24 la Guardia attiva della struttura organizzativa di pronto soccorso, poi l’attività di Chirurgia generale, Medicina interna, Diagnostica di laboratorio, Diagnostica per immagini, l’attività trasfusionale e l’assistenza farmaceutica interna. Pertanto – insiste il Comitato – nei festivi e prefestivi deve essere reperibile, per far fronte ad eventuali urgenze, l’equipe per l’attivazione della sala operatoria”. Segue poi la richiesta affinché la “Sub Intensiva” divenga multidisciplinare (ovvero a disposizione non solo di Medicina, ma anche di Chirurgia) con la predisposizione di 4 posti letto. Il Comitato elenca poi una serie di pesanti critiche all’attività di Week Surgery e alla difficile convivenza che ne consegue con l’attività di chirurgia specialistica insieme a quella d’urgenza. Inoltre definisce “irrazionale e non funzionale” l’attuale ubicazione dei reparti e indica nel dettaglio la nuova predisposizione, in modo tale che al 1° piano, dove si trovano le sale operatorie, trovino collocazione anche i 15 posti letto della Week Surgery; i 10 posti letto della Chirurgia e Ortopedia e i 4 posti letto della Sub Intensiva multidisciplinare. Dopo aver evidenziato che nel testo proposto alla firma dei sindaci valdarnesi non vengono trattati tempi importanti come Cardiologia e Centro sangue, il Comitato per la Difesa del Serristori propone altre 3 modifiche al protocollo: la sospensione dell’avvio della Casa della Salute, l’ampliamento del Day Hospital e infine l’istituzione di 3 posti letto per il DH Pediatrico, di cui il Comitato ribadisce la rilevante importanza “considerato che nel 2012 ha effettuato 2200 prestazioni”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.