Pm10 oltre i limiti, scattano i divieti

0
502

Scatta l’allerta. A seguito della comunicazione da parte di Arpat del quindicesimo superamento nel 2013 della soglia PM10 di 50 µg(microgrammi)/m3 in almeno una delle centraline urbane fondo (quelle cioè a tal fine ritenute significative da parte della Regione Toscana) di riferimento per l’agglomerato fiorentino per la qualità dell’aria, ed in considerazione del fatto che il superamento relativo alla giornata di martedì rappresenta il sesto consecutivo, la Provincia ha dato indicazione di attivare da giovedì 12 i provvedimenti urgenti concordati in sede di Coordinamento con i Comuni di Firenze, Scandicci, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Bagno a Ripoli, Lastra a Signa, Signa e Calenzano. Si tratta dei provvedimenti c.d. del secondo modulo, a seguito del raggiungimento del quindicesimo superamento annuale (provvedimenti che rimangono in vigore sino alla fine dell’anno, consistenti nella riduzione della temperatura e degli orari di accensione per gli impianti termici e nei divieti di circolazione per determinate categorie di mezzi inquinanti in particolari aree dei centri abitati – ZTL e simili – nelle fasce orarie 8.30-12.30 e 14.30-18.30) e del c.d. terzo modulo, in conseguenza del fatto che siamo in presenza di oltre tre superamenti consecutivi della soglia PM10 (provvedimenti della durata di quattro giorni che prevedono il divieto di circolazione nei centri abitati, per determinate categorie di mezzi inquinanti, nelle fasce orarie 8.30-12.30 e 14.30-18.30).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.