Protocollo antimafia
per la ricostruzione

0
532

Prevenire il rischio di infiltrazione mafiosa negli appalti per la ricostruzione dei territori delle province toscane alluvionate nel novembre 2012. Questo l’obiettivo del protocollo firmato a Palazzo Medici Riccardi tra il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e i prefetti di Arezzo, Grosseto, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia e Siena. L’intesa, che è stata siglata anche dal prefetto di Firenze Luigi Varratta in qualità di rappresentante dello Stato per i rapporti con il sistema delle autonomie, punta ad assicurare maggior trasparenza negli appalti per la realizzazione dei lavori di sistemazione. Un’intesa che si inserisce in un’ottica di collaborazione interistituzionale che ha già dato risultati significativi per la promozione e la tutela della legalità. Il protocollo prevede infatti specifiche clausole operative e penali e obblighi stringenti per le ditte che si aggiudicheranno i lavori. Si tratta di interventi per il ripristino e la messa in sicurezza idrogeologica dei territori in sette province toscane (Arezzo, Grosseto, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia e Siena), colpiti dalle eccezionali avversità atmosferiche dell’autunno dell’anno scorso, che hanno creato gravi danni alle infrastrutture pubbliche.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.