Salute, il 62% dei fiorentini taglia le spese

0
407

La crisi economica rischia di compromettere anche la salute, a causa della riduzione dei soldi destinati alle cure. La maggioranza dei fiorentini infatti (62%) ha razionalizzato negli ultimi 12 mesi le spese per la salute. Il 48% fa solo le visite indispensabili quando ne ha davvero bisogno, mentre il 14% dichiara apertamente di effettuare meno controlli per motivi economici. È quanto segnala la ricerca dell’Osservatorio Sanitàdi UniSalute, la compagnia del Gruppo Unipol specializzata in assistenza sanitaria. Andando più nel dettaglio, si scopre come siano in particolare le donne ad aver stretto la cinghia anche sul fronte salute (82%). Ad ulteriore conferma di come l’attenzione alle spese coinvolga anche la salute, il dato secondo cui quasi un fiorentino su due (42%) ha diminuito la frequenza con cui si rivolge alla sanità privata – notoriamente più costosa di quella pubblica – e ben l’86% degli intervistati dichiara che ciò è dovuto a questioni economiche. Due fiorentini su tre (67%), quando si rivolgono alla sanità privata, lo fanno perché ritengono che il ricorso al pubblico non sia sempre così conveniente, in quanto il costo del ticket può risultare poco differente da una visita privata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.