Sesto va a scuola
Tutte le novità

0
702
E’ iniziato il nuovo anno scolastico per i 6.765 studenti che frequentano le scuole di Sesto Fiorentino, compresi i 1.028 alunni delle scuole d’infanzia comunali, 2.035 saranno invece gli alunni delle scuole primarie pubbliche mentre 1.306 saranno gli studenti delle scuole secondarie di primo grado che si siederanno nuovamente sui banchi di scuola. Ben 2.396 sono gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado del territorio.

Il servizio di refezione scolastica, spiega il Comune di Sesto Fiorentino, sarà curato anche quest’anno da Qualità & Servizi e riprenderà il 16 settembre, tranne che per i bambini dei nidi già iscritti negli anni passati che hanno cominciato ad usufruire dei pasti della mensa il 9 settembre; mentre i servizi di prescuola e trasporto scolastico, gestiti dall’ufficio supporto scolastico dell’Istituzione Sestoidee, riprenderanno dal primo giorno di scuola.
Nei nuovi menù serviti nelle mense scolastiche ci sarà, come negli scorsi anni, una particolare attenzione al pasto equilibrato, con un giusto apporto di energia e principi nutritivi, che conterrà prodotti biologici (come la passata di pomodoro, l’olio, lo yogurt e la pasta), a lotta integrata (ad esempio le mele e le pere), Dop (come il Grana padano e il gorgonzola), nazionali (ad esempio la carne di pollo, tacchino e suina) e a filiera corta (come il pane direttamente da un panificio di Sesto Fiorentino, il prosciutto crudo e la salsiccia di suino da un salumificio di Pontassieve o i tortellini da un pastificio di Montelupo Fiorentino). Per stimolare corrette abitudini alimentari e in conformità con le indicazioni della piramide alimentare elaborata dalla Regione Toscana ci sarà spazio per nuove ricette a base di legumi e cereali e una maggior presenza di pietanze integrali.  Inoltre nuovi piatti saranno introdotti per cercare di venire incontro e stimolare il gusto dei bambini, come il “tenerone” zucchine e prosciutto cotto nel menù estivo, il pecorino fresco nel menù autunnale, lo sformato di spinaci e mozzarella e spiedino di calamari nel menù invernale, mentre nel menù primaverile saranno introdotte le polpette alla contadina. Un’ ulteriore novità sarà la sperimentazione, decisa per le scuole d’infanzia, di servire come primo piatto il contorno per una settimana: questo per far sì che i giovani alunni si abituino a consumare le verdure, mangiandole separatamente dagli altri piatti. Prosegue anche quest’anno il servizio di segnalazione dei menù quotidiani della mensa su Twitter: il genitore potrà seguire la pagina ufficiale del Comune (@SestoFiorentino), e ogni giorno ricevere la comunicazione attraverso un tweet su cosa mangiano i bambini a scuola.

Nonostante le difficoltà economiche e i tagli alle risorse degli enti locali anche quest’anno verrà riproposto a partire dal mese di ottobre il Millepiedibus, il servizio gratuito di accompagnamento a scuola dei bambini verso gli istituti De Amicis, Feltre, Radice, Balducci, Bortolotti promosso dall’assessorato all’ambiente, Istituzione Sestoidee, assessorato alla mobilità, associazioni di volontariato e coordinato dalla cooperativa “Con voi”.  Ripartiranno ad ottobre anche i laboratori pomeridiani creativi e le attività ludiche rivolte a bambini delle scuole primarie, che verranno svolti in orario pomeridiano (16.45 – 18.45) presso il Centro Felicittà in piazza della Chiesa. Le attività sono coordinate da educatori della Società della Salute in collaborazione con volontari del servizio civile, educatori della Cooperativa Di Vittorio e ragazzi con lievi disabilità che possono così sviluppare capacità di coordinamento ed integrazione.
Alcune novità di quest’anno, ricorda il Comune, riguardano le scuole secondarie di primo grado: alla Cavalcanti sono già partiti i lavori per l’ampliamento strutturale dell’edificio che porteranno alla realizzazione di 4 nuove aule per attività didattiche e di laboratorio, mentre già da questo mese saranno attive due nuove classi prime, di cui una con l’insegnamento della lingua inglese potenziato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.