Tramvia, accordo per non perdere i soldi d’Europa

0
491

La tramvia fiorentina guadagna oltre tre anni e il rischio che i contributi dell’Unione Europea tornino indietro è scongiurato. La buona notizia era arrivata nei mesi scorsi: notizia attesa e sperata, che consentirà di ultimare un’opera strategica per il trasporto nel capoluogo e dai comuni più vicini con l’idea poi di estendere la tranvia anche a Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino. Stamani Regione e Comune di Firenze, assieme a Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio,  hanno firmato l’accordo di programma che mette nero su bianco l’intesa raggiunta la scorsa estate con l’Unione Europea. Per costruire le tre linee e non perdere i 36,6 milioni di euro affidati da Bruxelles alla Regione e da questa destinati al Comune ci sarà tempo fino al 31 marzo 2019 e non più solo fino al 31 dicembre 2015: tre anni e tre mesi in più, appunto. Il Comune, come chiesto dall’Unione Europea, dovrà comunicare ogni tre mesi lo stato di avanzamento dell’opera.  Certo è che i lavori fatti fino ad oggi valgono molto più dei 36 milioni di contributi europei: basterebbe la linea 1, inaugurata nel 2010 e che collega Scandicci con Firenze, l’unica al momento funzionante.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.