Una card aziendale per la salute

0
493

Quasi un fiorentino su due (47%) dichiara di essersi informato su quali misure integrative siano previste dal proprio contratto e il 31% sa che il proprio contratto di lavoro prevede una copertura per le prestazioni sanitarie (percentuale che sale al 44% tra gli uomini). È quanto emerge dalla nuova indagine dell’Osservatorio Sanità di UniSalute, la compagnia del Gruppo Unipol specializzata in assistenza sanitaria. L’indagine UniSalute registra come, riguardo il supporto alla salute, la polizza sanitaria (71%) sia il benefit maggiormente diffuso all’interno dei contratti di lavoro. Diffusi i controlli periodici di vista, udito e nei: ne usufruiscono il 29% dei lavoratori. Al 12% degli intervistati la propria azienda mette a disposizione convenzioni con palestre, piscine e centri benessere. Ma quale copertura sanitaria i lavoratori fiorentini vorrebbero fosse inclusa nei contratti di lavoro? Al 67% del campione piacerebbe una polizza specifica per le cure dentistiche. Il 43% sarebbe interessato a una copertura per le spese legate alla non autosufficienza e l’assistenza domiciliare, mentre il 30% vorrebbe una copertura per i ricoveri; stessa percentuale di chi vorrebbe vedere coperte le spese per cure termali. Una volta andati poi in pensione i fiorentini vorrebbero continuare ad avere una copertura sanitaria (78%) e servizi dedicati in caso di non autosufficienza, anche a domicilio (51%).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.