Vaccino influenza, Rossi: niente allarmismi

0
445

Evitare gli allarmismi. E’ l’appello lanciato dal governatore Enrico Rossi in merito ai casi di reazione avversa al vaccino antinfluenzale Fluad registrati anche in Toscana. Si tratta di due persone decedute, una a Prato e l’altra nella zona della Asl 10 segnalata dal  medico di famiglia a titolo precauzionale, a cui si aggiungono due ricoveri con febbre alta, uno all’ospedale di Careggi e l’altro all’ospedale Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri, ma le loro condizioni attuali non destano preoccupazioni. “Tutti i lotti sospetti del vaccino – spiega Rossi – sono stati ritirati dalla somministrazione da parte delle Asl della Toscana. Pertanto il servizio sanitario regionale invita tutti i cittadini interessati ad effettuare regolarmente la vaccinazione che è una prevenzione fondamentale per la tutela della salute, in particolare per la popolazione anziana e di quanti sono affetti da patologie particolari o stagionali. La mancata vaccinazione infatti può produrre effetti esiziali su questa popolazione di cittadini”. “I dati relativi alle morti sospette sono stati inviati al Ministero affinché siano fatte analisi e accertamenti. Se risultasse una correlazione tra il vaccino sospetto e i decessi è evidente che apriremmo un contenzioso nei confronti della Novartis. La Regione – dichiara il presidente della Regione –  farebbe ricorso per danni contro la società produttrice, non solo per le morti eventualmente accertate, ma anche per i danni prodotti alla salute dei cittadini dall’eventuale crollo delle vaccinazioni e per i relativi costi umani e sanitari che tutto questo comporterebbe”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.