Ztl più lunga. E arriva il settore Oltrarno

0
524

Pronta al debutto la ztl in versione 2015, che scatterà il 2 aprile con alcune importanti novità, tra cui soprattutto la zona “O”, cioè l’Oltrarno, e l’allungamento di mezz’ora al pomeriggio. Finora nei giorni feriali (dal lunedì al venerdì) i provvedimenti erano in vigore dalle 7.30 alle 19.30 con una anticipazione del termine alle 18 per il solo giorno di sabato. Con le modifiche introdotte dall’amministrazione viene allungata di mezz’ora la ztl nei giorni feriali, ovvero dalle 19.30 alle 20, per dare una risposta alle difficoltà di parcheggio dei residenti al rientro serale da lavoro. Dall’altro lato, il sabato la ztl termina alle 16 invece che alle 18 per facilitare l’arrivo di potenziali clienti delle attività economiche. Ma come ha sottolineato l’assessore Giorgetti “l’autorizzazione al transito non si traduce nella possibilità di parcheggiare: nella ztl la sosta è sempre riservata ai residenti e agli altri autorizzati”.  Dal 2 aprile scatta anche il nuovo settore “O” della ztl, che corrisponde all’area dell’Oltrarno già in zona a traffico limitato B. In dettaglio si tratta dell’aera compresa nel seguente perimetro: via Sant’Onofrio (esclusa), piazza dei Nerli, Borgo San Frediano nel tratto fra piazza dei Nerli e viale Ariosto (escluso), viale Ariosto (escluso), viale Pratolini (escluso), piazza Tasso (esclusa l’area delimitata da: viale Pratolini, il numero civico 1 della piazza, il giardino a centro piazza, via del Campuccio, viale Petrarca), viale Petrarca (escluso), piazza della Calza, via Romana, via del Ronco, piazza San Felice, piazza Pitti, via Guicciardini, piazza Santa Felicita, piazza dei Rossi, Costa S. Giorgio, via Forte di San Giorgio, vicolo della Cava, Costa Scarpuccia, via dei Bardi nel tratto fra Costa Scarpuccia e via S. Niccolò, piazza dei Mozzi (esclusa), lungarno Torrigiani, piazza S. Maria Soprarno, via dei Bardi, Ponte Vecchio, Borgo San Iacopo, piazza Frescobaldi, ponte Santa Trinita, lungarno Guicciardini, ponte alla Carraia, lungarno Soderini (nel tratto fino a via Sant’Onofrio). Obiettivo del provvedimento far acquisire alla porzione di Oltrarno compresa nella ztl una sua specificità consentendovi la circolazione, negli orari in cui le limitazioni sono attive, ai soli autorizzati dei settori A ed O, ed evitando così l’attraversamento dei soggetti autorizzati diretti al settore B. Questo comporta prima di tutto il superamento del sub-settore A+ (le cui specificità saranno estese all’intero settore O), una modifica dei confini del settore B, che dal 2 aprile si estenderà soltanto in riva destra d’Arno, e un piccolo cambiamento in piazza Goldoni, che per il nuovo assetto della viabilità sarà inserita integralmente nel settore B. “Con l’istituzione del settore O infatti vogliamo tutelare l’Oltrarno evitando i cosiddetti transiti di attraversamento, quelli cioè di chi deve andare nel settore B e invece di usare i viali finora percorreva le strade del quartiere – ha sottolineato l’assessore Giorgetti –. Per quanto riguarda poi la modifica degli orari la mezz’ora in più di Ztl nei giorni feriali consente ai residenti che tornano da lavoro di trovare più facilmente il posto per l’auto. Dall’altro, con l’anticipo del termine della Ztl del sabato alle 16 veniamo incontro ad una storica richiesta delle attività commerciali. Senza contare poi che, con la Ztl estiva, fino all’inizio di ottobre il centro, Oltrarno e San Niccolò compresi, avranno una maggior tutela nelle ore serali e notturne. A tutto vantaggio della qualità della vita dei residenti”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.