Aziende in crisi, 34 tavoli aperti in 3 mesi

0
243

I dati statistici parlano di occupazione in crescita, ma le crisi aziendali che determinano situazioni a rischio per i lavoratori sono ancora tante. Secondo la Regione sono in tutto 34 i tavoli aperti, per altrettante vertenze aziendali in soli 3 mesi, dal 1 ottobre 2017 al 31 gennaio 2018, dall’Unità di crisi lavoro della Regione, per un totale di 9.161 lavoratori coinvolti (sia dipendenti diretti che indiretti) e 6.005 posti di lavoro a rischio. La vertenza più rilevante, che rappresenta più di un terzo dei posti di lavoro a rischio, è quella di Aferpi, puntualmente seguita dal presidente della Regione. I tavoli di crisi attivati per la prima volta in quest’ultimo periodo sono 11, per un totale di 1.821 lavoratori coinvolti e 845 posti di lavoro che risultano a rischio, che cioè si riferiscono ad aziende in cui vi siano esuberi dichiarati o si faccia ricorso ad ammortizzatori sociali. Il grosso delle vertenze si riferisce, come già nel passato trimestre, all’industria (86%) mentre una percentuale minima riguarda commercio, trasporto e magazzinaggio (8%), agricoltura (2%), altre attività di servizi (1%). Nel 36% dei casi si tratta di aziende oltre i 250 addetti, nel 38% fra i 51 e i 250 addetti, nel 29% fra 16 e 50 e nel 6% dei casi sotto i 15 addetti.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.