Capodanno, giro d’affari in crescita

0
666

Le presenze nei ristoranti e negli alberghi di Firenze e provincia e le vendite nei negozi di commercio al dettaglio per questo capodanno fanno ben sperare. Il 2015 potrebbe dunque rivelarsi davvero l’anno della svolta e della ripresa. E’ un auspicio oltre che un dato quello di Confesercenti Firenze, secondo cui sono in molti i fiorentini che hanno deciso di passare l’ultimo dell’anno fuori casa, al ristorante o in pizzeria, anche se sempre con un occhio al prezzo. “I concerti nelle piazze e le varie animazioni per il centro di Firenze rappresentano una spinta a passare il capodanno nei ristoranti del centro. I fiorentini che hanno scelto di salutare il 2014 cenando fuori casa sono in netto aumento rispetto agli anni passati, si ha un ritorno a numeri pre-crisi –  commenta Claudio Bianchi, presidente cittadino Confesercenti Firenze -. Noi ristoratori abbiamo fatto il possibile per invogliare le persone a passare fuori casa l’ultimo giorno dell’anno, con menù alla carta ad hoc e stando attenti al rapporto qualità prezzo”. Anche il numero elevato di turisti presenti a Firenze fa ben sperare per questo nuovo anno. In città si registra un’occupazione media delle strutture ricettive pari all’85%, supportata da prezzi concorrenziali con le altre tipiche destinazioni europee. Turisti soprattutto italiani, europei e orientali, che decidono di passare qualche giorno all’insegna della cultura e dell’enogastronomia. Non solo i turisti, però, riempiranno i locali del centro, ma anche famiglie di fiorentini con bambini al seguito, questo a dimostrazione di una nuova e ritrovata fiducia da parte dei consumatori.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.