Cna di area vasta, nuovo passo avanti

0
635

Realizzare economie di scala che consentano di ridurre i costi di gestione, sempre più difficili da sostenere per le associazioni di categoria, e assicurare servizi di qualità, mirati ad agevolare lo sviluppo delle imprese, sotto il profilo anche dell’internazionalizzazione e dell’aggregazione. E’ questo l’obiettivo che si sono prefisse le tre Cna provinciali di Firenze, Prato e Pistoia, che entro il 2015 intendono dare vita a un’unica organizzazione di area vasta metropolitana. Un passo dopo l’altro il processo di integrazione va avanti e in questi giorni si è riunito per la prima volta il Comitato Costituente, chiamato a realizzare tutte le tappe formali del processo di realizzazione della nuova Cna metropolitana. Il Comitato opererà con 15 rappresentanti: i presidenti e i direttori delle 3 Cna interessate, oltre a 3 imprenditori scelti per ciascuna provincia per un totale di 9, e avrà il compito di predisporre lo statuto, il regolamento e il codice etico e il documento programmatico da sottoporre all’approvazione delle associazioni provinciali costituenti. In questa fase di avvio del processo costituente, il primo presidente e il primo coordinatore del Comitato di area vasta Cna metropolitana Firenze, Prato e Pistoia – ogni 6 mesi è prevista una rotazione – saranno Elena Calabria e Franco Vichi, rispettivamente presidente di Cna Pistoia e direttore generale di Cna Firenze. Una sfida importante, che mira a rivalorizzare il ruolo delle associazioni di categoria in una fase difficile per la nostra economia. Sfida che va giocata senz’altro sulla capacità di offrire servizi ad elevato valore aggiunto, quelli di cui le nostre aziende hanno sempre più bisogno.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.