Confindustria esce dall’ombra dei campanili

0
523

Confindustria si allarga e prova a dimenticare le antiche rivalità di campanile. Siglato il protocollo d’intesa per la costituzione dell’Associazione industriali di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Massa Carrara e Siena. La firma del protocollo dà il via alla più grande associazione industriali della Toscana e una delle prime d’Italia che (con la fusione delle tre Confindustrie) conterà più di 3500 imprese iscritte per oltre 120mila dipendenti.

Con la firma avvenuta a Firenze, Massimo Messeri, presidente di Confindustria Firenze, Andrea Fabianelli, presidente di Confindustria Toscana Sud e Alberto Ricci, presidente di Confindustria Livorno – Massa Carrara hanno avviato il percorso di fusione delle tre associazioni territoriali “sentendo la necessità di affrontare insieme le sfide aperte dal processo di globalizzazione per realizzare economie di scala, mantenendo l’identità ed il radicamento nel territorio”. “Pur ritenendo”, si legge nell’accordo sottoscritto dai tre presidenti, “che la dimensione organizzativa ottimale per il sistema della rappresentanza imprenditoriale dovrebbe coinvolgere un perimetro regionale, considerano il presente progetto l’ulteriore tappa di un processo di evoluzione in tale direzione”. Spetterà adesso alle assemblee delle tre Confindustrie “deliberare in merito alla proposta di costituzione di una associazione unica. L’obiettivo è quello di convocare, entro l’anno 2017, le assemblee straordinarie cui sottoporre il progetto di fusione”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.