Consiglieri regionali, 5 anni per vitalizi da 1.600 euro

0
728

Pensione, un sogno che sempre più italiani vedono irrealizzabile, costretti a rimanere al lavoro fin quasi alla soglia dei settant’anni. Una regola che però non vale per tutti. Come è il caso dei consiglieri regionali, che al compimento del sessantesimo anno hanno diritto alla loro prevista indennità. Anche se a dire il vero probabilmente questa regola non avrà più valore per chi si troverà a sedere su una poltrona regionale a partire dalla prossima legislatura, quando scatterà appunto la riforma del sistema delle indennità, che diventeranno contributive e scatteranno alla stessa età degli altri lavoratori. Ma questo vale solo per il futuro. Il presente è tutta un’altra cosa, e fino a quando la cancellazione delle indennità non diventerà cosa concreta, nessuno intende rinunciare ai propri diritti. Come dimostra il fatto che quando qualcuno all’interno dell’attuale assemblea regionale della Toscana ha pensato di proporre uno spostamento dell’età di acquisizione dell’indennità da 60 a 65 anni, ha finito per scontrarsi contro un muro bipartizan. E intanto a gravare in modo non indifferente sui conti del consiglio regionale sono proprio i vitalizi erogati agli ex, che da soli valgono per un decimo delle spese complessive inserite in bilancio, in pratica si tratterebbe di 4,5 milioni di euro su 35 milioni. Ma quanto vale un’indennità da consigliere? Dipende tutto dalle legislature fatte, ma ne basta una sola, cioè cinque anni, per aver diritto a 1.600 euro mensili (quando la metà dei pensionati fiorentini in base ai dati Inps 2013 campa con meno di 500 euro dopo decenni di lavoro). Se le legislature diventano due, cioè dopo dieci anni, il mensile arriva a 3.000 euro. E per chi è addirittura riuscito a restare in sella per trelegislature l’assegno arriva fino a 4.200 euro, ma 15 anni sono roba per pochi. Cosa succede però se la legislatura si interrompe prima dei cinque anni? In teoria non si dovrebbe avere l’indennità, ma c’è sempre la possibilità di effettuare dei versamenti volontari e alla fine di ottenerla comunque. (Maurizio Abbati)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.