Eurocapitale della cultura, Siena se la gioca

0
497

Cagliari, Lecce, Matera, Perugia-Assisi e Ravenna. Sono queste le città con cui dovrà vedersela Siena, in uno scontro tutto italiano per conquistarsi il titolo di Capitale della cultura per il 2019. Uno scontro a colpi di progetti, a cui guarderà soprattutto la commissione giudicatrice composta da 13 membri, sei europei e sette italiani. Ma progetti significa anche risorse. E in questo capitolo Siena sembra disporre di una somma interessante, pari in tutto a quasi 80 milioni di euro, di cui 40 stanziati dalla Regione e che verranno erogati dopo che si saprà chi potrà vestire la maglia di capitale culturale in rappresentanza dell’Italia. Un ruolo che Firenze ha già svolto e adesso ambisce a interpretare Siena, disponendo di tutte le carte in regola e in rappresentanza dell’intera regione. Sì, perché è difficile pensare che i visitatori arrivino a Siena per seguire i vari eventi in programma e si scordino di fare un salto proprio a Firenze o nelle località dei dintorni. Insomma, si tratterebbe di una ennesima opportunità per la Toscana, contando che secondo le stime ogni euro investito fa da moltiplicatore e ne mette in circolo almeno cinque. Per cui, male che vada, si tratterebbe di 400 milioni. Certo la concorrenza è di alto valore e tra le candidate più quotate ci sono le città del sud, che finora mai hanno avuto un simile riconoscimento. Prima tra tutte Lecce, che sembra disporre anche di un progetto culturale di buon livello. E se Siena non dovesse farcela? Sarebbe un peccato, ma il governatore della Toscana rassicura, dicendo che gli investimenti previsti per Siena saranno fatti comunque. E intanto Rossi si prepara all’ultimo sprint di mandato, con alcuni obiettivi prioritari ben definiti. “Innanzi tutto la Tirrenica – dice – che per la costa resta una priorità assoluta. E poi c’è la legge sul paesaggio, che dobbiamo concretizzare”. E per finire c’è la legge elettorale regionale. Ma questo era scontato, visto che senza di essa non si può andare al voto. Resta da capire però quando sarà pronta. (Ma.Ab.)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.