Garanzie per il lavoro. Nardella tra gli allevatori

0
420

Dopo l’allarme diffuso tra gli allevatori per la possibile privatizzazione della Centrale del latte di Firenze, il sindaco di Firenze e della città metropolitana Dario Nardella ha incontrato gli altri primi cittadini dei comuni del Mugello, il presidente dell’Unione Comuni Fedrico Ignesti, gli imprenditori agricoli locali, i rappresentanti delle cooperative conferimento latte e delle associazioni di categoria. L’obiettivo è confermare l’intento condiviso dai soggetti pubblici di tutelare i livelli occupazionali, far crescere l’azienda e valorizzare la filiera del latte di qualità e del territorio. “Dagli amministratori e gli allevatori del Mugello – hanno spiegato il sindaco Nardella, i sindaci del Mugello e il presidente Ignesti – è stata nuovamente ribadita l’importanza della qualità del latte che viene prodotto, con un valore sociale, oltre che economico, da attività che rappresentano un presidio del territorio. Il 29 dicembre l’assemblea dei soci della Centrale del latte affiderà ad un advisor un piano di valutazione complessiva dell’azienda che formuli diverse ipotesi di posizionamento sul mercato. Qualunque decisione sarà assunta solo dopo l’analisi di queste ultime, seguendo comunque alcuni vincoli fondamentali: salvaguardare l’occupazione e garantire la filiera del latte collegata alla Centrale”. Questo non significa però necessariamente mantenere le quote pubbliche dell’azienda, cosa che appare piuttosto complessa viste le norme restrittive sulle partecipate non strategiche.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.