Sconti sulle multe
Ecco come funziona

0
940

Multe più leggere per chi decide di mettere subito mano al portafogli e sanare tutto subito, che potrà trovarsi a risparmiare il 30% del totale. Soldi in meno per chi emette le contravvenzioni? Probabilmente no, poiché va considerato il numero sempre elevato di insoluti, specie quando a dover incassare sono i Comuni. E si tratta di cifre considerevoli se si pensa che solo a Firenze nel 2012 sono state elevate oltre 50 milioni di contravvenzioni. Soldi che per le amministrazioni diventano anche un introito importante.

E’ entrata in vigore il 21 agosto la clausola prevista dal Codice della Strada che prevede lo sconto del 30% per chi paga una sanzione pecuniaria entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica del verbale.  Le novità introdotte dalla normativa in realtà, come spiegano le questure, sono molteplici e si declinano in modo diverso in base ai casi.  Se la contestazione della sanzione è immediata, il verbale viene rilasciato direttamente al cittadino dalla pattuglia della Polizia Stradale; in questo caso nel verbale sarà indicato l’ammontare della somma già ridotta del 30%, da pagare entro cinque giorni. Allo stesso tempo, verrà rilasciato un foglio contenente le istruzioni per effettuare il pagamento ridotto in modo corretto. Nel caso in cui il verbale venga notificato presso il domicilio, come accade per quelle violazioni accertate tramite dispositivi elettronici, il cittadino avrà la possibilità di pagare la sanzione con lo sconto del 30% entro cinque giorni dalla data della notificazione stessa del verbale.
Per i verbali redatti dalla Polizia Stradale il pagamento ridotto del 30% potrà essere effettuato: in contanti presso la Sezione Polizia Stradale che ha emesso il verbale; con versamento tramite bollettino postale in bianco (mod. 123), reperibile presso gli sportelli degli uffici postali, sul corrente postale intestato alla medesima Sezione; mediante pagamento on line tramite il portale www.poste.it. Il pagamento con lo sconto del 30%, se effettuato correttamente, estingue la sanzione, per questo, non sarà poi possibile impugnare il verbale presentando il ricorso al giudice di pace o al prefetto.  La riduzione, tuttavia, non è applicabile a coloro i quali abbiano violato una norma per cui è prevista la confisca del veicolo o la sospensione della patente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.