Tasse, stangata per i giovani professionisti

0
660

“Liberi professionisti e lavoratori autonomi hanno subito un duro colpo con le ultime decisioni del Governo. Il giro di vite imposto sul regime dei minimi avrà l’effetto di provocare un aumento della tassazione per i giovani professionisti che in alcuni casi si aggirerà intorno al 500%. Un duro colpo è infatti rappresentato dal dimezzamento del tetto di fatturato, che scenderà dai 30.000 euro l’anno a soli 15.000. Allo stesso tempo l’aliquota sostitutiva viene di fatto triplicata, passando dal 5 al 15%. Negli ultimi giorni si è accennato a una misura apposita per i liberi professionisti, ma ad oggi la realtà dei fatti è questa. Altri fronti che aggravano la situazione delle professioni sono costituiti dall’aumento della tassazione sui rendimenti degli investimenti delle Casse di previdenza private e dalla cancellazione degli ammortizzatori sociali in deroga. Noi non chiediamo aiuti di Stato – dichiara il presidente di Confprofessioni Toscana, Fabio Battaglia – ma solo di essere messi in condizione di fare il nostro lavoro e di contribuire come professionisti alla crescita del Paese.  Un’occasione per fare il punto sul ruolo delle professioni intellettuali, ma anche sulle normative che regolano l’attività dei liberi professionisti e dei lavoratori autonomi sarà “Il mondo delle professioni intellettuali una risorsa per lo sviluppo del paese nel contesto europeo”. E’ questo il titolo e il tema del convegno in programma venerdì 16 gennaio, alle ore 9, a Firenze, presso l’Auditorium di Sant’Apollonia in via San Gallo 25/a, organizzato da Regione Toscana “Commissione regionale dei soggetti professionali”, nell’ambito del Programma operativo regionale del Fondo sociale Europeo (Por Fse). Ad introdurre i lavori sarà l’assessore alle Attività produttive, Credito e Lavoro Gianfranco Simoncini, mentre il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, chiuderà il convegno.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.