Toscana, in crescita fatturato e occupazione

0
309

Clima favorevole per l’economia in Toscana, cresciuta nel 2017 per il quarto anno consecutivo. Il Pil è salito a un ritmo analogo a quello medio nazionale, sospinto dai consumi, che hanno beneficiato del miglioramento del mercato del lavoro e dalla domanda estera. E’ quanto traspare dal rapporto sulla situazione dell’economia in Toscana presentato presso la Banca d’Italia. Nell’industria il fatturato è cresciuto del 3,0% per le imprese con più di 20 addetti, nei servizi del 3,8%. I comparti legati al turismo hanno avuto un andamento molto positivo. Come negli anni precedenti, il principale segnale di vitalità del settore delle costruzioni è stato l’incremento delle transazioni immobiliari, in un quadro che rimane nel complesso recessivo. Le esportazioni sono cresciute del 4,2%. Sono aumentate le vendite della moda, dei mezzi di trasporto e, in misura molto sostenuta, della farmaceutica; è calato l’export della meccanica e dei metalli. Nel 2017 l’occupazione è ulteriormente cresciuta (1,1%), sospinta dal settore dei servizi; nell’industria, invece, gli occupati sono calati. L’aumento delle assunzioni è stato limitato a quelle a termine e in apprendistato. Segnali di ripresa hanno interessato i lavoratori più giovani (15-24 anni), il cui tasso di occupazione è aumentato per la prima volta dal 2008. A differenza dell’anno precedente sono diminuite le persone in cerca di occupazione e le forze di lavoro sono rimaste stabili; il tasso di disoccupazione è diminuito di 0,9 punti percentuali, all’8,6%. Infine, il reddito disponibile delle famiglie è aumentato. La crescita del reddito ha influito positivamente sui consumi, aumentati dell’1,2%, e sulle compravendite di abitazioni cresciute del 6,1%.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.