Un anno in vetrina. Niente critiche, facciamo business

0
423

Un anno da prima pagina per Firenze, che nel 2015 sarà teatro di una serie di eventi di livello mondiale in grado di produrre un effetto significativo sull’immagine ma anche sugli affari. Un anno a cui bisogna prepararsi, facendo squadra e facendosi belli. E’ in parole povere l’appello che il presidente della Camera di commercio fiorentina Leonardo Bassilichi ha voluto rivolgere agli imprenditori di tutto il comprensorio, proprio a poche ore dall’avvio del vertice bilaterale Germania-Italia, primo di una serie di eventi già organizzati in città per quest’anno, che si concluderà con l’attesa visita di Papa Francesco. “Occasioni importantissime per Firenze – secondo Bassilichi – , forse irripetibili, e allo stesso tempo motori di sviluppo economico per tutte le nostre imprese”. “A ogni singolo appuntamento, infatti, sarà possibile agganciare stimoli e percorsi che potranno riguardare qualunque settore; con il lavoro di tutti Firenze apparirà come effettivamente è, efficiente e accogliente. Solo con il gioco di squadra – prosegue il presidente della Camera di commercio –  superando l’esser criticoni che troppo spesso anima i nostri impulsi, le imprese del territorio potranno approfittare (in senso positivo e produttivo) della centralità di Firenze in Europa e nel mondo. Quella che sta per iniziare è un’azione di promozione che riguarda tutti, dalla ditta individuale alla multinazionale, dal commercio all’industria, dall’artigianato all’agricoltura del territorio, dall’impresa nel centro storico a quella che ha sede nei comuni limitrofi. Non lasciamocela scappare. Anche se può sembrare lontano dalla tua attività, non crederlo, sarà un effetto a catena. Abbiamo l’occasione di dimostrare il nostro valore nel mondo, far conoscere le nostre produzioni e consolidare la strada della ripresa economica. Tutto questo sono sicuro avverrà se saremo così lungimiranti da lavorare in gruppo e se saremo capaci di trasformare ogni occasione nell’evento di ognuno di noi. Ogni dettaglio è importante. Ti chiedo solo attenzione e gioco di squadra. Quindi, lucidiamo gli argenti e teniamoci pronti”. Insomma, per un anno almeno dimentichiamoci della Firenze dei guelfi e dei ghibellini e portiamo a casa il risultato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.