La Toscana limita gli spostamenti nelle seconde case

0
82

Controllare gli ingressi in Toscana per evitare il propagarsi del Covid, complice l’arrivo di persone in uscita da zone rosse o arancioni. E’ il senso della nuova ordinanza del presidente della Regione Eugenio Giani, in base alla quale ci si può spostare dalle altre regioni nelle seconde case in Toscana, ma solo coloro se qui si ha il proprio medico di famiglia o pediatra, cosa che limita di fatto la permanenza. Una scelta simile a quella già presa nel maggio scorso dall’allora presidente Enrico Rossi, mirata soprattutto a salvaguardare le zone costiere. Sono in ogni caso consentiti rientri motivati da “comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute o di studio”, come ad esempio per gli studenti universitari fuori sede.