Mostra di “Porcellane
e cappelli fioriti”

0
750

Il migliore artigianato artistico di ieri che, ancora oggi, continua ad essere una efficace realtà produttiva ed occupazionale ed un vanto del Made in Italy nel mondo. Tradizione ed impresa sono i due fattori che si coniugano con grande efficacia nella nuova esposizione “Porcellane e cappelli fioriti da Firenze nel mondo” allestita dall’ 8 marzo al 30 maggio allo Spazio Mostre dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze (via Bufalini 6) per iniziativa della stessa Ente Cassa e dell’associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte (OmA).

Due le sezioni che compongono la mostra: “L’Art Nouveau della Richard Ginori in collezioni private fiorentine”, curata da Pierluigi Ciantelli e dedicata alle porcellane della celeberrima manifattura, e “Chapeaux de paille d’Italie”, curata da Roberto Lunardi (Direttore del Museo della paglia e dell’intreccio “Domenico Michelacci” di Signa) che presenta una fantastica raccolta di cappelli in paglia e in altre fibre. L’elemento unificante delle due parti è costituito dall’uso di uno stile floreale e naturalistico molto ricco e colorato ma sempre elegante e rispondente ad un gusto equilibrato che sa associare le sfumature cromatiche con estrema raffinatezza. La scelta del titolo per la seconda sezione si richiama alla grande diffusione che questo tipo di cappelli ebbe in Francia, dove incontrarono il grande favore di un pubblico femminile elegante e alla moda. Per tali molteplici aspetti anche questa rassegna, come la precedente dedicata alla scagliola, ha una impostazione fortemente didattica e ospiterà visite guidate.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.