Santa Rosa addio. Il 118 cambia casa

0
810

C’è voluto un po’ di tempo per mettere a punto le cose. Ma del resto i traslochi non sono roba semplice, soprattutto quando si tratta di una centrale del 118. Dalla mattina di martedì 27 maggio però nella nuova sede all’ex Istituto ortopedico toscano di viale Michelangelo è pienamente operativa la centrale del 118 che coordina tutte le emergenze sanitarie sul territorio dell’Azienda sanitaria 10 di Firenze e della Asl 4 di Prato, nonché i decolli dei tre elicotteri Pegaso del Servizio sanitario della Toscana che garantiscono il pronto intervento su tutto il territorio regionale isole comprese. E Santa Rosa è già un ricordo. La centrale operativa del 118 realizzata alla sommità dell’edificio a pettine del Palagi, è una struttura di 2.041 metri quadrati, ai quali se ne aggiungono altri 1.260 circa di centrali tecnologiche e vani tecnici che servono di supporto anche all’ex Iot. Parzialmente interrata, la costruzione della nuova centrale è iniziata nel luglio del 2012. I lavori sono costati 4.640.826 euro con una spesa di circa 2.273 euro a metro quadro, finanziati con risorse statali, regionali e aziendali. La nuova centrale operativa del 118 si sviluppa su due piani oltre a un piano interrato tecnico ed è interamente realizzata su isolatori sismici in modo che possa essere funzionante anche nel caso delle peggiori calamità naturali, proprio per poterle affrontare. L’area operativa vera e propria, quella dove nell’arco delle 24 ore si risponde alle telefonate di chi ha bisogno di aiuto si sviluppa su una superficie di 685 metri quadri, un grande loft con sofisticati apparecchi elettronici in grado di tener sotto occhio tutte le strade dove devono arrivare velocemente le ambulanze e nel quale è prevista una presenza in contemporanea di circa 25 operatori. Ci sono poi i locali per la centrale telefonica, il centro elaborazione dati capace di registrare in tempo reale il luogo dove sono i mezzi di soccorso, un gruppo di continuità che rende la sede immune da possibili black out, una autorimessa oltre a un’area di parcheggio esterna con 18 posti auto. E finalmente il personale ha degli spogliatoi che non c’erano nella vecchia sede di Santa Rosa dove il 118 svolgeva il suo lavoro dal maggio del 2003.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.