Studio per misurare il dolore oncologico

0
582

La misurazione del dolore oncologico è al centro di uno dei più importanti studi in corso, di cui si è occupato in un articolo anche il Clinical Journal of Pain. Si chiama Iops-Ms il progetto di ricerca relativo alle crisi di dolore intenso e transitorio, chiamato dai clinici Breakthrough cancer Pain (BTcP) o Dolore Episodico Intenso (Dei). L’impatto del BTcP sulla qualità di vita del malato oncologico è infatti particolarmente significativo con risvolti che vanno ben oltre quello clinico. Parliamo di una grave forma di dolore improvviso, intenso e transitorio di cui, fino ad oggi, non esisteva una descrizione precisa, misurata con criteri univoci e nei vari setting (reparti oncologici, terapie del dolore, hospice). Nel marzo 2013 a Roma un gruppo italiano di 32 esperti in terapia del dolore, cure palliative e oncologia ha dato l’avvio ad uno studio osservazionale su questa particolare tipologia di dolore. Lo studio, denominato Iops-Ms (Italian Oncologic Pain multiSetting – Multicentric Survey), è condotto in altrettanti centri distribuiti su tutto il territorio nazionale. Tra questi, si trovano tutti i reparti specialistici che prendono in carico il paziente oncologico con dolore (oncologie, cure palliative e terapie del dolore). I lavori, supervisionati da una commissione scientifica, mirano ad applicare sistematicamente un algoritmo diagnostico per il dolore episodico inteso e valutarne la prevalenza. Lo studio ad oggi ha arruolato più di 3000 pazienti oncologici con dolore episodico intenso e prevede di chiudersi coinvolgendone più di 4000. Molteni Farmaceutici, azienda farmaceutica italiana da sempre impegnata nella ricerca e sviluppo di farmaci per il trattamento del dolore, è promotore di questo studio che prevede di essere il più grande (numericamente) sul BTcP al mondo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.