L’ingegner Gadda va alla guerra

0
584

Fabrizio Gifuni riprende per il Teatro della Pergola (dal 24 al 29 marzo) L’ingegner Gadda va alla guerra o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro, secondo capitolo di quella “antibiografia di una nazione” scritta da Gifuni e diretta da Giuseppe Bertolucci. Dopo ‘Na specie de cadavere lunghissimo dedicato a Pier Paolo Pasolini, che nella passata stagione ha ridisegnato la sala della Pergola, riscuotendo un clamoroso successo, Gifuni riprende il discorso guidato dalla lingua e dal pensiero di uno dei più grandi scrittori del ‘900, Carlo Emilio Gadda. I Diari di guerra e di prigionia – resoconto fedele della partecipazione di Gadda alla prima guerra mondiale – e l’esilarante Eros e Priapo, scritto-referto sulla psicopatologia erotica del ventennale flagello fascista, tracciano la rotta di un viaggio che ci conduce fino al nostro presente, alla scoperta di un popolo mai cresciuto. E, in ultima analisi, di noi stessi. Carlo Emilio Gadda, convinto interventista, allo scoppio della Grande Guerra parte come volontario negli Alpini. Fatto prigioniero viene deportato in Germania. A seguito di questa esperienza scrive il Giornale di guerra e di prigionia, denuncia forte e amara dell’incompetenza con cui era stata condotta la guerra.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.